tutto il resto è secondario, ovvero: generare domanda non è (ancora) una priorità

Eloqua, una società di software per il marketing  ha intervistato 548 responsabili marketing di aziende b2b e ne ha tratto un quadro dettagliato di come utilizzano i social per promuovere, coinvolgere e vendere i propri prodotti o servizi.

I risultati dell’indagine mi sono piovuti da ogni parte: me li hanno spediti via email, sono comparsi più volte sulla mia bacheca di LinkedIn tra gli aggiornamenti dei miei collegamenti, mi hanno girato il link via skype… Insomma, volente o nolente, sono entrati a forza nella mia vita da community manager, ergo: adesso toccano anche a voi.

Il dato più interessante riguarda la finalità di utilizzo delle piattaforme social:

il 53% delle aziende b2b che fanno uso di social media lo fanno in ottica di promozione del brand (suoi contenuti e reputazione), e cioè per raggiungere questi tre obiettivi principali: creazione di brand awareness (83%), condivisione di contenuti propri e ampliamento del proprio reach (56%), aumento della fiducia nel brand; solo il 35% di queste aziende pensa che le piattaforme social siano uno strumento efficace per generare domanda.

Quando è stato loro chiesto perché non ritenessero i social strumenti di generazione della domanda, hanno risposto: perché non abbiamo mai definito una strategia per far sì che lo fossero.

Mi è sembrato qualcosa su cui riflettere…

eloquaEcco un link ai risultati complessivi: EventReport

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...